Il Collio

Terra di confine

Il Collio è una vasta regione collinare situata nella parte estrema della pianura friulana, dove si susseguono dolci declivi vitati, vasti boschi e piccoli borghi. Riconosciuto come una delle aree più prestigiose d’Italia e del mondo per la produzione vitivinicola e soprattutto per l’alta qualità dei suoi vini bianchi, unici ed indimenticabili, il Collio è una gemma preziosa del mondo del vino.

Paradiso per gli intenditori di tutto il mondo che amano vini sempre diversi nella loro composizione e proprio per questo così desiderati, in quanto specchio fedele della mano del vignaiolo.

 

Tra ponca ....

.... e cielo

Dal punto di vista climatico, il Collio è collocato in posizione strategica, a Nord contornato dalle Alpi Giulie e dalle montagne slovene, e a Sud distante meno di 40 km dal Mare Adriatico. La Bora che percorre la Valle del Vipacco e le correnti d’aria che attraversano l’area di Cividale influenzano la viticoltura di questa zona, garantendo temperature abbastanza fresche e bassa umidità per gran parte dell’anno, al contempo la vicinanza al mare fa sì che il clima sia mite durante l’inverno e che i vini siano caratterizzati da freschezza e sapidità.

Per ciò che concerne l’aspetto pedologico, le colline del Collio sono costituite da terreni stratificati di marna e arenaria e da sedimenti marini, che tendono a sgretolarsi a causa della pioggia e del calore (la stratificazione del suolo è detta “flysch”). Il terreno è la cosiddetta “ponca”, tipica del Friuli orientale, risalente al periodo eocenico e di origine marina, frutto di una lenta sedimentazione e costituito da marna (argilla calcarea) e arenaria (sabbia calcificata).

75
Scroll to top